venerdì 23 dicembre 2011

MUFFINS ARANCIA E CIOCCOLATO

Con questa ricetta vi facciamo i nostri più cari auguri di Buon Natale e vi auguriamo un felicissimo e ricchissimo (si spera!!) anno nuovo!!
Alla carica con questa ultima ricetta dell'anno!


INGREDIENTI per 10-12 muffins circa:
  • 225 gr farina 00
  • 35 gr cacao amaro
  • 100 gr zucchero di canna (o bianco, a scelta)
  • 100 gr gocce di cioccolato
  • 45 gr scorza di arancia candita
  • 285 gr latte intero
  • 1 uovo intero grande
  • 70 gr burro
  • 6 gr di liquore (se non lo volete usare,sostituitelo con altrettanto latte)
  • 2 cucch.ni bicarbonato
  • 1 cucch.no estratto naturale di vaniglia
  • pizzico di sale
Mescolate gli ingredienti secchi (farina,zucchero, sale, bicarbonato e cacao amaro) in una terrina, fino a che non siano perfettamente amalgamati.

In un'altra terrina riunite gli ingredienti liquidi (burro fuso ormai portato a temperatura ambiente, il latte intero, l'uovo sbattuto, il liquore e l'estratto di vaniglia) e lavorateli velocemente con una frusta.

Unite questo composto agli ingredienti secchi e lavorate velocemente con una frusta, evitando di stressare troppo l'impasto. Meno lo si lavora, meglio è!

Ultimo passaggio goloso: tuffate le gocce di cioccolato e i dadini di arancia candita nell'impasto, mescolate bene, quindi porzionate nei pirottini.

Infornate a forno statico, preriscaldato a 180°, per circa 20 minuti.
Il consiglio che vi do è di fare la prova stuzzicadente dopo 15 minuti per essere sicuri che tutto proceda splendidamente!
Una volta che lo stuzzicandente risulterà asciutto (ricordatevi che all'interno le gocce di cioccolato si saranno fuse, quindi vi potranno trarre in inganno!) estraete i muffins dal forno e lasciateli raffreddare su una gratella.


Alessandra

lunedì 12 dicembre 2011

MUFFINS PERE, CANNELLA E ZENZERO

Muffins golosi, dal gusto speziato, pronti per voi in meno di mezz'ora..ci credete??
Provare per credere!!

INGREDIENTI per 16 muffins circa:

  • 220 gr farina 00
  • 145 gr zucchero
  • 110 gr burro fuso
  • 125 gr di yogurt bianco (1 vasetto)
  • 2 uova
  • 1 o 2 pere medie
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucch.no di estratto naturale di vaniglia
  • 2 cucch.ni di bicarbonato
  • 1 cucch.no raso di zenzero
  • 1 cucch.no raso di cannella
Mescolate gli ingredienti secchi (farina,zucchero, sale, bicarbonato, zenzero e cannella) in una terrina, fino a che non siano perfettamente amalgamati.

In un'altra terrina riunite gli ingredienti liquidi (yogurt, uova, burro fuso ormai portato a temperatura ambiente e l'estratto di vaniglia) e lavorateli velocemente con una frusta.

Con l'aiuto di un cucchiaio, unite poco alla volta gli ingredienti liquidi a quelli secchi, mescolando bene fino ad ottenere un composto omogeneo e abbastanza liscio.

Sbucciate le pere, tagliatele a dadini piccoli, infarinateli leggermente e uniteli all'impasto.
NB! Non prendete pere troppo mature o ricche di succo, perchè potrebbero inumidire troppo l'impasto durante la cottura in forno. Delle pere "abate" mediamente mature, ancora leggermente dure, potrebbero essere l'ideale.

Amalgamate velocemente, quindi dosate l'impasto ottenuto nei pirottini.

Infornate a forno statico, preriscaldato a 180° per 20 minuti circa, quindi estraeteli dal forno e lasciateli raffreddare su una gratella.



Alessandra

giovedì 8 dicembre 2011

TORTA DELLE ROSE


La torta delle rose è un dolce di pasta lievitata, con una forma insolita, che ricorda proprio un bouquet di rose!
Si può farcire in molti modi, qui propongo la versione con la crema al burro, ma niente vieta di sostituirla con della marmellata, della crema pasticcera, o di arricchirla con uvette o gocce di cioccolato.. insomma, a seconda dei vostri gusti potrete personalizzarla come vorrete!
Questa ricetta prende spunto da quella di Luca Montersino, un grandissimo pasiccere italiano.
E' un po' lunga, perchè ha dei tempi di lievitazione da rispettare.. ma il risultato è assicurato!

INGREDIENTI per una tortiera da 24-26 cm di diametro:
  • 250 gr farina manitoba
  • 40 gr latte intero
  • 8 gr lievito di birra
  • 90 gr uova intere
  • 35 gr zucchero semolato
  • 8 gr miele
  • 4 gr rum
  • 90 gr burro morbido
  • 4 gr sale
  • 1 gr di scorza di limone grattugiata
  • 1/2 baccello di vaniglia
INGREDIENTI PER LA FARCIA:
  • 60 gr burro morbido
  • 60 gr zucchero a velo
  • 1/2 baccello di vaniglia
NB! E' MOLTO IMPORTANTE CHE TUTTI GLI INGREDIENTI SIANO A TEMPERATURA AMBIENTE E NON FREDDI!!
Inoltre, 90 gr di uova sono all'incirca 1 uovo e mezzo.
Rompete 2 uova, amalgamatele bene e pesate solo il necessario. Il resto, volendo, lo si può utilizzare per spennellare il dolce, una volta completate le varie lievitazioni e prima di infornare!
Bene, detto questo iniziamo!

Versate nella planetaria (se non doveste disporre di una planetaria, potrete utilizzare un frullino elettricho con le fruste a spirale) attrezzata con il gancio la farina,  il lievito di birra sbriciolato e lo zucchero semolato. Azionate a velocità bassa per qualche secondo, quindi aggiungete il latte.
Unite le uova in due riprese e continuate ad impastare.
NB! La quantità di uova è variabile a seconda della farina. Farine poco proteiche assorbono poco liquido, farine più proteiche, come la manitoba, ne assorbono molto di più.
Vi consiglio quindi di versarle in più riprese e osservare la consistenza dell'impasto!

Quando l'impasto sarà omogeneo, ben liscio ed elastico (circa 5 minuti di lavorazione ad una velocità medio-bassa), incorporiamo poco alla volta il burro in pomata (burro a temperatura ambiente, che ha la consistenza di una pomata) e lasciamo impastare a velocità media-alta.

Quando anche questo è stato assorbito completamente, aggiungete il rum, la vaniglia, la scorza del limone grattugiata e, per ultimo, il sale.

Trasferite la pasta in un'altra ciotola leggermente infarinata sul fondo, coprite il tutto con della pellicola, per evitare che si crei una sorta di crosta sulla superficie, e riponete in frigo per far riposare bene l'impasto. Il tempo necessario è di circa 2 ore e mezza.

Venti minuti prima di estrarre l'impasto dal frigo, preparate la crema al burro.
Con le fruste, sbattiamo il burro ammorbidito con lo zucchero a velo e la vaniglia, fino ad ottenere una bella crema morbida e liscia.

Togliete l'impasto dal frigo, stendetelo ad uno spessore di 3 mm, cercando di formare una sorta di rettangolo, quindi ricopritelo uniformemente di crema al burro, avendo l'accortezza non ricoprire anche i bordi. (Tenetevi lontani dal bordo di circa 2cm).

Arrotolate l'impasto su se stesso, formando una specie di cilindro, avvolgetelo in carta da forno e lasciatelo riposare in frigo per un'ora.
NB! Questo serve a far riposare l'impasto, stressato dalla tiratura e a far indurire la crema al burro, in modo da poter poi tagliare meglio le rondelle.

Foderate con carta forno la vostra tortiera (o spennellatela di burro), estraete il rotolo dal frigo e tagliatelo a rondelle di circa 3 cm di spessore. Disponetele all'interno della teglia in modo distanziato fra di loro, perchè durante il successivo riposo lieviteranno, e lasciatele lievitare in un ambiente a 30°, coperte da pellicola fino al raddoppio (circa 2 ore).

Questo è un esempio, ma nulla vi vieta, se avete più pezzi, di disporli diversamente. Ricordate però di distanziarli un poco fra loro.









Una volta lievitate, infornate a 180°, forno statico e preriscaldato, per 20-25 minuti circa.


Alessandra

venerdì 2 dicembre 2011

CREMA AL MASCARPONE

La crema al mascarpone è un dolce al cucchiaio di semplice riuscita e dal successo assicurato!
La si può servire in coppette, con qualche lingua di gatto come decorazione magari, oppure insieme al panettone.
La combinazione "panettone + crema al mascarpone" è una bomba di bontà! Ok, forse non è light.. anzi, togliamo pure il forse! Ma sotto Natale uno strappo alla regola è d'obbligo!

NB! Per tutti i dolci al cucchiaio che non necessitano di una cottura, è essenziale che gli ingredienti siano freschissimi e di prima qualità.
In realtà, per tutte le preparazioni di pasticceria bisognerebbe scegliere ingredienti di questo tipo, ma una maggiore attenzione deve essere posta per tutti quei dolci che hanno al loro interno uova che non possono essere pastorizzate.
Ricordatevi infine che il mascarpone è l'ingrediente principe di questa ricetta, quindi cercate di non badare al risparmio!

INGREDIENTI per 7 persone:
  • 500 gr mascarpone
  • 75 gr zucchero
  • 4 tuorli a temperatura ambiente
  • 2 albumi a temperatura ambiente
  • 30 gr di liquore (opzionale)

In una terrina lavorate con l'aiuto delle fruste elettriche i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiarissimo e spumoso.

Incorporate volta per volta il mascarpone (che avrete tirato fuori dal frigo 20 minuti prima della preparazione) e il liquore.

NB! Il liquore può essere qualsiasi, rhum, brandy, calvados.. quello che più preferite! La dose indicata non è eccessiva, ma consiglio comunque di versarne poco alla volta e di assaggiare di volta in volta.
Se non siete amanti del liquore, versatene lo stesso 10 grammi.
Fidatevi, servirà per sgrassare la crema, non sentirete nemmeno il sapore alcolico del dolce!

Lavorate il tutto fino a che gli ingredienti siano perfettamente amalgamati e il composto risulti liscio e omogeneo.

Montate l'albume a neve ferma (aiutatevi con un pizzico di sale, il successo è assicurato!) e incorporatelo alla crema piano, con movimenti dal basso verso l'alto.

Suddividete la crema in coppette individuali, o in una bella zuppiera e tenetela in frigorifero fino al momento di servire.


Alessandra

lunedì 28 novembre 2011

COCCOLE CIOCCOLATO E NOCCIOLE



Bisognerà pur trovare il lato positivo di una domenica pomeriggio pigra e nebbiosa, no?!
Così, con il pretesto di un invito a cena, ho sfornato questi dolcetti così teneri e cioccolatosi da sciogliersi davvero in bocca!

INGREDIENTI:
  • 150 gr ricotta
  • 7 cucchiai di latte
  • 7 cucchiai di olio di semi (mais, soia o arachidi, è lo stesso)
  • 80 gr zucchero
  • 300 gr farina 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina

INGREDIENTI per il ripieno:
  • 1 albume d'uovo
  • 90 gr nocciole
  • 90 gr cioccolato fondente tritato
Lavorare la ricotta in una terrina con un cucchiaio di legno.

Unite il latte, lo zucchero, l'olio e la vanillina.

Quando il composto vi sembrerà liscio e senza grumi, incorporate la farina e il lievito.

Continuate a mescolare con il cucchiaio di legno fino ad ottenere una palla (tipo pasta della pizza), quindi lavoratelo velocemente con le mani e mettetelo in frigorifero per almeno 45 minuti.

Nel frattempo, in un mixer, frullate grossolanamente le nocciole e il cioccolato.

Passata circa un'ora, tirate fuori dal frigo la pasta, stendetela con un mattarello e spennellatela di albume.

Cospargetela con la granella di nocciole e cioccolato e arrotolatela in modo da creare un rotolo.

Tagliare a fette il rotolo, in modo da creare delle "girelle"  e infornatele in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti circa.

Io ho pensato di dividere l'impasto in due parti, e procedere come descritto qui sopra per una metà di impasto e per l'altra ho fatto delle palline che ho poi infornato insieme alle girelle.
Insomma, come al solito, date sfogo alla fantasia!

Giulia

domenica 13 novembre 2011

FRITTELLE DI MELE

Le frittelle di mele sono un dolce tipico dell'Alto Adige.
Non vi è mai capitato di passeggiare tra i mercatini che si tengono sotto Natale in alcune loro città e vedere tra le vie carretti che vendono frittelle di mele calde, dolci, vagamente speziate?
... Mmh che profumi stratosferici!
Ecco quindi la ricetta svelata per poterle realizzare!

INGREDIENTI PER 18 frittelle di mele circa:
  • 2 mele renette
  • 100 gr farina 00
  • 135 ml latte
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di cannella
  • 2 cucchiaini rasi di lievito
  • 15 gr zucchero semolato
  • il succo di un limone
  • olio per friggere
  • zucchero a velo per cospargere

Preparate la pastella versando in una terrina l'uovo più un tuorlo, il latte, il pizzico di sale, la vanillina, la canella, il lievito e la farina setacciata.

Mescolate bene fino a quando non avrete ottenuto un composto liscio, omogeneo e denso.

Coprite con della pellicola la terrina e mentre lasciate riposare l’impasto, occupatevi delle mele.

Sbucciate le mele mantenendole intere, toglietene il torsolo, tagliatele a uno spessore di 1/2 cm circa e cospargetele col succo del limone per evitare che si anneriscano.

Asciugatele bene con della carta assorbente, quindi passatele nello zucchero semolato.

Passate le fettine nella pastella, quindi immergete nell’olio caldo (circa 180 gradi) rigirandole su entrambi i lati, fino a che diventino belle dorate e croccanti.

Una volta cotte, togliete le frittelle dall’olio aiutandovi con una schiumarola e ponetele su uno strato di carta assorbente, in modo che venga assorbito l’olio in eccesso.

Cospargetele con zucchero a velo e servite immediatamente.

Alessandra

venerdì 11 novembre 2011

CIAMBELLONE SOFFICE AL CACAO

Oggi vi presentiamo il ciambellone soffice!
Oltre ad essere golosissimo e leggero, è una delle ricette di cucina più facili in assoluto da realizzare!

INGREDIENTI:
  • 1 vasetto di yogurt bianco da 125 gr
  • 2 vasetti e mezzo di farina 00
  • mezzo vasetto di cacao amaro
  • 2 vasetti di zucchero
  • 1 vasetto di olio di semi
  • 3 uova intere
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • un pizzico di sale
  • vanillina o essenza di vaniglia a piacere
  • opzionale: pepite di cioccolato

 La ricetta è molto facile perchè si misura tutto con il vasetto vuoto dello yogurt utilizzato!
Una volta utilizzato quindi, lavatelo e asciugatelo con cura e procedete alla misurazione degli altri ingredienti.

In una terrina versate tutti gli ingredienti, escluso il lievito e le pepite di cioccolato, e impastate con le fruste elettriche o con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere un composto omogeneo e privo di grumi.
NB! Consiglio di setacciare farina e cacao, in modo da evitare quanto più possibile la presenza di grumi.

Una volta ottenuto un impasto liscio e ben amalgamato, unite il lievito per dolci.
Amalgamate bene, aggiungete le pepite di cioccolato e versate l'impasto nella tortiera, precedentemente imburrata (o oleata) e infarinata.

Infornate a 170°, forno statico e preriscaldato, per 45 minuti circa.
Fate la prova stuzzicadente e, se esce pulito, sfornate e lasciate raffreddare.


Alessandra

martedì 8 novembre 2011

CREMA AL LIMONE

Questa crema al limone non è la solita crema pasticcera aromatizzata con della scorza di limone.. sarebbe troppo facile!
E' molto più saporita, fresca; ha gusto unico e intenso!
Questo è dovuto alla presenza del lemon curd.
Il lemon curd è una crema di origine anglosassone, contenente una maggiore quantità di succo e di scorze di agrumi, che le conferiscono una texture più intensa e fortemente aromatizzata.
Essendo difficile da consumare da solo, noi lo "diluiamo" con della crema pasticcera, per poter ottenere la perfezione assoluta!

INGREDIENTI PER IL LEMON CURD:
  • 80 gr zucchero
  • 2 uova intere
  • 1 limone
  • 50 ml (che sono50 gr) di succo di limone
  • 50 gr burro
  • 1/2 cucchiaio di fecola o maizena
INGREDIENTI PER LA CREMA PASTICCERA:
  • 1/2 L latte intero
  • 4 tuorli
  • 120 gr zucchero
  • 60 gr farina 00
  • 1 bustina di vanillina o 1/2 bacello di vaniglia
Come prima cosa occupiamoci del lemon curd!

Lavate il limone, grattugiatene la buccia e spremetelo per estrarne il succo.
Diluite la fecola nel succo di limone, mescolando con un cucchiaino.

In un pentolino o in una ciotola di metallo resistente al calore unite il succo, la scorza del limone, lo zucchero, le uova e il burro tagliato a pezzetti e procedete cuocendo a bagnomaria.

Mescolate per dieci minuti circa, o fino a quando la crema si sarà addensata.

Versare il lemon curd in una terrina, copritelo (a contatto) con della pellicola per alimenti e lasciatelo raffreddare in frigorifero.
                                                                 
Per la crema pasticcera invece fate bollire il latte con il baccello di vaniglia tagliato a metà nel senso della lunghezza (o con della vanillina se avete optato per quest'ultima).

In una terrina, sbattete con le fruste elettriche i tuorli e lo zucchero, fino a rendere il composto chiaro e cremoso.

Unite quindi al composto la farina setacciata e mescolate fino a farla incorporare bene.

Quando il latte inizia a bollire spegnete il fuoco, eliminate il baccello di vaniglia e versate il liquido sul composto ottenuto in precedenza.

Mescolate con una frusta.

Trasferite quindi il composto liquido nello stesso pentolino in cui avevate fatto bollire il latte e mettete sul fuoco a fiamma medio-bassa, continuando a mescolare, raggiungendo anche i bordi.

Lasciate sobbollire un paio di minuti, quindi versate la crema in una terrina e copritela con della pellicola, adagiata sulla crema stessa, vi raccomando, per evitare la formazione di crosta.
Fatela raffreddare in frigorifero.

Una volta raffreddate, assemblate le due crema et voilà, il gioco è fatto!
Una profumatissima crema al limone pronta da utilizzare per farcire mignon, tartelette e torte!


Alessandra

domenica 6 novembre 2011

DITA DELLA STREGA

Come ultima stramberia per Halloween presentiamo le dita della strega!!
Sono dei semplicissimi biscotti di pasta frolla dalle sembianze un po' macabre, ma dal risultato scenografico assicurato!

INGREDIENTI per 20 dita circa:
  • 280 gr farina 00
  • 120 gr burro ammorbidito
  • 1 uovo intero
  • 120 gr zucchero a velo
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • pizzico di sale
  • 1 bustina di vanillina o 2 cucchiaini di estratto naturale di vaniglia
  • scorza di limone o di arancia a piacere
INGREDIENTI per rendere le dita più realistiche:
  • mandorle o pasta di zucchero
Lavorate il burro ammorbidito insieme allo zucchero con una forchetta, o con le fruste elettriche, o con l'aiuto della frusta a foglia di una planetaria.

Una volta amalgamati questi due ingredienti, incorporate l'uovo, la scorza degli agrumi, se vorrete utilizzarla e l'estratto liquido di vaniglia.

Setacciare su una spianatoia la farina, il bicarbonato, il pizzico di sale e la bustina di vanillina (se avrete optato per questa al posto dell'estratto di vaniglia) e formate la classica fontana.

Versate al centro della fontana il composto liquido ottenuto amalgamando il burro, lo zucchero e l'uovo e impastate fino ad avere un impasto omogeneo e liscio.

NB! La pasta non avrà bisogno di raffreddarsi e riposare in frigorifero.

Con l'aiuto di una bilancia, pesate all'incirca 25 gr di prodotto alla volta e con questo formate dei salsicciotti lunghi e affusolati, che possano sembrare delle dita.

Per renderle più realistiche aiutatevi con il bordo di un coltello (non la lama) e incidete le pieghe delle dita in prossimità delle nocche.

Chi avesse optato per le mandorle, con l'aiuto di una punta di marmellata sul bordo finale del dito, attacchi le mandorle, in modo da farle sembrare delle unghie.

Appoggiate le dita finte su una placca, precedentemente ricoperta di carta da forno e infornate a 180°, forno preriscaldato, per 18-20 min.

Una volta cotte, estraetele e fatele raffreddare.

Chi ha optato per la pasta di zucchero (cliccare sulla parola per accedere alla ricetta per realizzarla), può creare con quest'ultima delle unghie e le può attaccare al dito con della marmellata.
NB! Questo una volta raffreddatisi i biscotti,vi raccomando!!


Et voilà.. delle spaventose dita da sgranocchiare!!

Alessandra

mercoledì 2 novembre 2011

RED VELVET MUFFINS

Diverse sono le teorie sull'origine di questo dolce; c'è chi dice che è tipico del sud america, c'è chi dice che ha origine nel nord.. fatto sta che sempre di dolce tipico americano si parla!!
Il nome descrive già in pieno il tipo di dolce che ci troviamo davanti: "Red velvet", ovvero, "velluto rosso".
Sì, perchè questo dolce è incredibilmente morbido, vellutato, e questo non è tanto dovuto alla presenza del burro, quanto perchè tra i suoi ingredienti fa capolino il Buttermilk.
Il buttermilk, o latticello, è l'ingrediente fondamentale per moltissimi dolci americani ed è il responsabile della loro morbidezza. Il prodotto risulta quasi umido e molto, molto tenero!
Ma che cos'è il Buttermilk o latticello?
E' il sottoprodotto della trasformazione della panna in burro.
Il latticello in commercio non è più prodotto assieme al burro, ma direttamente aggiungendo al latte dei batteri che fanno fermentare il lattosio.
Essendo molto difficile da trovare in giro, durante la spiegazione della ricetta, vi dirò come realizzarlo comodamente in casa!
L'ultima puntualizzazione prima di iniziare a spiegare passo passo la ricetta è sul colore di questa torta.
Oggi, il caratteristico colore è dovuto alla presenza di colorante alimentare - in base alla quale si otterrà una gradazione di rosso che può variare dal rosso fragola al rosso cupo, quasi marrone -, ma un tempo nasceva dalla reazione chimica tra l’aceto e e il bicarbonato di sodio, utilizzato al posto del lievito “chimico”.
Bene, detto questo iniziamo ad elencare gli ingredienti per degli splendidi red velvet muffins!

INGREDIENTI per 16 muffin circa:
  • 250 gr farina 00
  • 15 gr cacao amaro
  • 1 cucchiaino lievito per dolci
  • 100 gr burro ammorbidito
  • 245 gr zucchero
  • 2 uova intere
  • pizzico di sale
  • 1 bustina di vanillina (o 1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia )
  • 240 ml di buttermilk o latticello (composto da 240 ml di latte e 10 gr succo di limone)
  • 20 gr di colorante alimentare rosso liquido, se fosse in gel usatene molto meno e dosatene poco alla volta.
  • 1 cucchiaino di aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaino raso di bicarbonato di sodio

Come prima cosa ci occuperemo del latticello.
Versate in un contenitore i 240 ml di latte e i 10 gr di succo di limone, mescolate con un cucchiaio e lasciate riposare il prodotto per 10 minuti. Queste sono le dosi esatte per questo dolce, se doveste variare le dosi, basterà diminuire o aumentare proporzionalmente entrambi gli ingredienti.

Nel frattempo in una ciotola setacciate gli ingredienti solidi, quindi la farina, il cacao, il lievito per dolci e il sale.

In un'altra ciotola ammorbidite il burro con l'aiuto delle fruste elettriche o con la frusta a foglia se avete una planetaria.

Aggiungete quindi lo zucchero e impastate nuovamente per 2-3 minuti.

Incorporate una alla volta le uova e infine la vaniglia.

Trascorsi i 10 minuti, versate nel latticello il colorante alimentare, quindi, con lo sbattitore a velocità minima, aggiungete, alternandoli, gli ingredienti asciutti e il latticello all'impasto precedente.
La dose di colorante varia a seconda del colore che vorrete raggiungere.
Se durante la lavorazione vi accorgerete di volere un impasto più rosso, non vi preoccupate, potete aggiungere colorante fino a prima di passare all'ultimo step descritto qui sotto!
NB! State attenti a non esagerare però.. guardate sempre l'etichetta del colorante e i consigli che vi riportano sopra!

In una tazzina unite l’aceto e il bicarbonato di sodio, lasciate agire il composto per 2 secondi, quindi versatelo nell’impasto e amalgamatelo velocemente dal basso verso l'alto per farlo incorporare bene.

Sempre lavorando velocemente, versate l’impasto nei pirottini e infornate in forno preriscaldato a175° per 25-30 minuti.

Prova stuzzicadente e, se esce pulito, sfornate e lasciate raffreddare.

Io, dato che li ho preparati per Halloween, li ho decorati con della pasta di zucchero dalla forma un po' particolare! Se cliccate sulla parola "pasta di zucchero", sarete rimandati alla ricetta per realizzarla, ma potrete guarnire i vostri muffin con del frosting alla vaniglia o con quello che più preferite!


 Alessandra

martedì 1 novembre 2011

PASTA DI ZUCCHERO

NB! QUELLA CHE SEGUE E' UNA RICETTA DI BASE.

Con la pasta di zucchero, o fondant, si possono decorare e rivestire torte, biscotti, muffins, cupcakes e mille altri dolci golosi!
Ecco la ricetta per prepararlo!

INGREDIENTI:
  • 250 gr zucchero a velo vanigliato
  • 4 gr colla di pesce in fogli (circa 2 fogli)
  • 15 gr acqua fredda
  • 8 gr burro
  • 40 gr miele
Come prima cosa mettete a bagno i due fogli di gelatina nei 15 gr di acqua fredda per 10 minuti.

Trascorsi i 10 minuti versate il miele,il pezzetto di burro, la gelatina e l'acqua in cui essa è stata ammollata, in un pentolino. Fate sciogliere il tutto senza portare ad ebollizione.

Fatto questo aggiugete il composto liquido allo zucchero precedentemente versato in un mixer, o, per chi non l'avesse, in una ciotola.

Mixate per 10 secondi, quindi trasferite su un piano da lavoro cosparso di zucchero a velo.

A questo punto, con un po' di pazienza, impastate lo zucchero con ulteriore zucchero a velo, fino ad ottenere un impasto liscio, morbido e non più appiccicoso.
(So che è difficile da credere e che all'inizio vi sembrerà un gigantesco disastro, ma abbiate pazienza e aggiungete zucchero a velo, fino ad ottenere la consistenza scritta qui sopra!).

La consistenza è molto simile a quella della plastilina o della pasta fresca.
E' importantissimo non far prendere aria alla pasta una volta pronta.
Quindi,una volta praparato, è bene avvolgere l'impasto con una pellicola per alimenti.
Se vogliamo ottenere una pasta di zucchero colorata, possiamo colorarla con del colorante alimentare (liquido, gel o in polvere).

Per una corretta conservazione, ponete la pasta avvolta nella pellicola, in un sacchetto per congelare i cibi, o in un contenitore a chiusura ermetica.
Se la pasta dovesse diventare dura non vi preoccupate! Lasciatela 5 secondi nel forno a microonde e tornerà di nuovo plastica. Se dovesse ammorbidirsi troppo, reinpastatela con dello zucchero a velo per farla tornare della giusta consistenza.
La pasta di zucchero può tranquillamente essere conservata per 2-3 settimane. Mi raccomando, fuori dal frigo!!


Alessandra

sabato 22 ottobre 2011

APPLE PIE

Oggi vi proponiamo la Apple Pie, un delizioso dolce tipico degli Stati Uniti!
Gli ingredienti principi di questa ricetta? Come ci suggerisce il nome, le mele!!

INGREDIENTI PER LA BASE per una tortiera di 22 cm di diametro:
  • 415 gr farina 00
  • 150 gr burro morbido
  • 80 gr zucchero
  • 40 gr uovo intero sbattuto
  • 75 gr acqua fredda
  • 5 gr sale
PER IL RIPIENO:
  • 1 kg mele renette
  • 90 gr zucchero
  • 2 gr cannella
  • 2 gr zenzero
  • 35 gr amido di mais o fecola di patate
  • succo di mezzo limone
Come prima cosa occupiamoci della base della nostra torta!

Impastate tutti gli ingredienti come per una normale brisè. Se potete avvalervi dell'aiuto di una planetaria, inserite nella ciotola il burro, lo zucchero e il sale e lavorate il tutto per 30 secondi a velocità sostenuta.

Versate quindi l'acqua, il quantitativo indicato di uovo sbattuto e azionate ancora per 10 secondi. Spegnete il tutto, versate a pioggia la farina, impostate a velocità media e impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico.

Lavorate sul piano da lavoro per dare una forma arrotondata alla pasta e lasciatela riposare in frigorifero, coperta con della pellicola, per circa mezz'ora.

Nel frattempo pelate le mele, tagliatele a cubettini abbastanza piccoli e conditele con lo zucchero, il succo del mezzo limone, la cannella, lo zenzero e l'amido di mais.

Lasciate macerare le mele per cinque minuti, il tempo di estrarre la pasta dal frigo, dividerla in due parti, una ovviamente più piccola dell'altra(circa 1/3), e di stenderla ad un'altezza di 4-5 mm.

Foderate con la pasta una teglia dal cerchio apribile precedentemente imburrata e infarinata.

NB! Un piccolo segreto per evitare di ritrovarvi con una torta dal fondo umido?
Spolverate la base con dei biscotti sbriciolati..assorbiranno l'eventuale acqua in eccesso.

Versate le mele all'interno dello stampo e coprite il tutto con il secondo disco di pasta.

Pinzate i bordi con le dita, o arrotolate l'impasto in eccesso come per fare una sorta di cordoncino e praticate quattro tagli sulla superficie.

Spennellate il tutto con del burro fuso, spolverizzate di zucchero e cannella e infornate a 180°, forno preriscaldato, per 50-60 minuti.

Una volta cotta, estraete la torta dal forno e lasciatela raffreddare per almeno 3 ore prima di servirla.


TORTA PRIMA DI ESSERE INFONATA:


TORTA APPENA SFORNATA:

Alessandra

domenica 9 ottobre 2011

CASTAGNACCIO

Questo dolce tipico della tradizione toscana inizia a fare capolino nei mesi autunnali proprio perchè ha come ingrediente principe la farina di castagne.
La ricetta è bilanciata per ottenere un dolce compatto, ma allo stesso tempo morbido; il pepe e il miele, inoltre, conferiranno un tono molto particolare al dolce.

INGREDIENTI:
  • 500 gr farina di castagne
  • 1/2 L latte intero
  • 1/2 L acqua tiepida
  • 1 cucchiaino (da caffè) colmo di miele
  • 1 cucchiaio (da minestra) di zucchero
  • 1 cucchiaio di olio
  • olio per ungere la teglia
  • opzionali: uvetta sultanina e/o pinoli e una macinata di pepe
Prima di iniziare a spiegare come realizzare questa semplicissima ricetta, ricordo che le dosi dello zucchero sono personalizzabili. Consiglio quindi di assaggiare di volta in volta l'impasto e di aggiungere poco alla volta lo zucchero. A seconda dei gusti si potrà aggiungere più zucchero, per avere un castagnaccio più dolce, oppure diminuirlo.
Detto questo iniziamo!

Preriscaldate il forno a 200°.

Setacciate in una ciotola capiente la farina di castagne, versate poco alla volta l'acqua tiepida, il latte intero a temperatura rigorosamente ambiente, il cucchiaio di zucchero e il cucchiaino di miele.

Mescolate con le fruste elettriche fino ad ottenere una pastella ben amalgamata e morbida.
NB! Fate attenzione alla velocità delle fruste: il composto così com'è prima della cottura in forno è molto liquido e una velocità esagerata farà fuoriuscire tutto il prodotto!

Ungete una teglia rettangolare (misure 33x24 cm circa) o una teglia rotonda (diametro 30 cm circa) con dell'olio e togliete quello in eccesso con della carta assorbente.

Trasferite l'impasto nella teglia e versatevi a filo il cucchiaio d'olio.

Infornate a 200°, forno preriscaldato, per circa un'ora circa (o comunque fino a quando si sarà formata una bella crosticina tutta crepata).
Una volta ultimata la cottura lasciate raffreddare il castagnaccio in forno con lo sportello chiuso.

NB! Tra gli ingredienti avevo scritto come opzionali le uvette e/o i pinoli.
Per quanto riguarda le uvette è bene lavarle ,in modo da pulirle e lasciarle a mollo un po' nell'acqua, per far sì che si reidratino.
Passati 20 minuti scolatele e asciugatele bene con della carta assorbente.
Per far sì che pinoli e/o uvette non cadano sul fondo durante la cottura è bene infarinarli leggermente e amalgamarli all'impasto soltanto prima di versare il tutto nella tortiera.

In alternativa potrete cospargere di pinoli la superficie del castagnaccio una volta terminata la cottura. Nel caso inumidite leggermente i pinoli prima di disporli sul dolce, si attaccheranno meglio.


Alessandra

mercoledì 28 settembre 2011

BISCOTTI MIELE E CANNELLA

Strepitosi..davvero, davvero strepitosi!
Chi mi conosce sa che non mi faccio mai troppi complimenti per i dolci che sforno..
Questa volta però non posso non ammettere che siano buonissimi e che abbia calibrato alla perfezione le dosi di tutti gli ingredienti! Pecco di presunzione? Ebbene sì, sta volta sì!
Confesso di averci messo un po' a capire quale fosse la miscela perfetta: il mio primo risultato era discreto, ma non mi convinceva.. colpa di un miele non ideale, di una cottura troppo prolungata e di una lavorazione lunga e un po' complicata. Dagli errori però si impara, no?
Ecco qui nella loro massima perfezione dei biscotti friabilissimi dal profumo invernale, che richiama alla mente terre lontane, nordiche.

INGREDIENTI per 40 biscotti circa:

  • 210 gr farina 00
  • 120 gr burro
  • 70 gr zucchero di canna
  • 40 gr miele (millefiori o di acacia)
  • 1/2 cucchiaino abbondante di cannella in polvere
  • 1 tuorlo
  • 1 cucchiaio di latte
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • pizzico di sale
Riunite in una terrina il burro ammorbidito e tagliato a pezzetti, lo zucchero di canna, il miele, la cannella in polvere, il pizzico di sale, il latte e il tuorlo leggermente sbattuto.

Lavorate il tutto per 3-4 minuti con una frusta a "k" (chiamata anche "a foglia", o ad "a", a seconda della marca della planetaria) se avete un'impastatrice, altrimenti potrete utilizzare quelle dello sbattitore elettrico.

Quando il composto sarà bello spumoso e omogeneo, potrete aggiungere la farina e il bicarbonato setacciati.
Chi utilizza la planetaria potrà amalgamare il tutto sempre con la frusta "k", chi non ha questo tipo di frusta, dovrà impastare manualmente sulla spianatoia.
(Non preoccupatevi se il composto appare morbido.. è proprio così che dev'essere!). 

Date forma al composto lavorandolo con le mani e aiutandovi con della farina spolverizzata sul tavolo, se dovesse servire; quindi dividete il composto in due parti, formate due cilindri del diametro di 4-5 cm, ricopriteli con la pellicola e con uno strato esterno di alluminio per far sì che tengano la forma e poneteli in frigorifero per un paio d'ore.

Trascorso il tempo, spolverate i cilindri di zucchero a velo (se non ne avete in casa, basterà tritare finemente al mixer del comunissimo zucchero semolato), in modo da evitare che si attacchino al piano da lavoro e tagliateli a rondelle spesse 0,5 cm.

Disponete i biscotti leggermente distanziati fra loro su una o più placche da forno rivestite con carta oleata e cuocete in forno ventilato, preriscaldato a 180° per 12-13 minuti, non di più!

NB! Consigli: Suggerisco di cuocere nel ripiano medio del forno e non vi preoccupate se una volta estratti saranno morbidi in superficie, si induriranno raffreddandosi!

Estraete le placche dal forno e lasciate raffreddare i biscotti.

Se conservati in un contenitore chiuso, si manterranno friabili e buoni anche per 5 giorni. Il problema però è farli durare così tanto!!


Alessandra

domenica 4 settembre 2011

BONET

Il Bonet è un dolce al cucchiaio tipico del Piemonte a base di uova, zucchero, amaretti, cacao e rum.
L'etimologia del nome è incerta, la versione più "gettonata" la ricollega al fatto che lo stampo di rame in cui si cuocevano i budini veniva chiamato bonèt ëd cusin-a, cioè cappello da cucina, berretto del cuoco, e che quindi avrebbe preso il nome dallo stampo stesso.

INGREDIENTI per 8 persone:
  • 700 ml latte intero
  • 200 gr amaretti
  • 150 gr zucchero
  • 5 uova intere + 1 tuorlo
  • 2 cucchiai di rum
  • 30 gr cacao amaro in polvere
INGREDIENTI per il caramello:
  • 200 gr zucchero
  • 100 ml acqua

Come prima cosa occupiamoci del caramello!
Versate acqua e zucchero in un tegame dal fondo abbastanza spesso e lasciate cuocere a fiamma moderata.
Man mano che si scalderà, lo zucchero si scioglierà e il composto apparirà più denso.
Il caramello non deve essere mescolato, al massimo muovete lentamente il tegame.
Una volta che avrà preso un colore ambrato sarà pronto e potrete spegnere il fuoco.

Versate il caramello ottenuto nello stampo da plumcake.
Fatelo aderire bene a tutta la superficie e ai lati dello stampo.
Attenzione a non scottarvi però! Lo zucchero caldo raggiunge temperature altissime!

Tritate abbastanza finemente gli amaretti.
(Magari lasciatene qualcuno leggermente grossolano, in modo da poterlo intravedere nel dolce una volta tagliato).

In una terrina mescolate con una frusta le uova insieme allo zucchero, diluite il tutto con il latte intero tiepido, quindi aggiungete i due cucchiai di rum, gli amaretti tritati e il cacao in polvere.

Mescolate bene il tutto, quindi  versate il composto nello stampo.


Prendete una teglia, ovviamente più grossa dello stampo, prendete della carta assorbente e fate un doppio o addirittura triplo strato sul fondo della teglia.
Questa operazione è fondamentale per evitare che l'acqua del bagnomaria arrivi a bollore.

Trasferite lo stampo nella teglia, versate nello stampo più grosso dell'acqua quanto basta per arrivare ai due terzi dello stampo con il bonet, coprite il bonet con della carta di alluminio, facendo un buco in mezzo, come per creare una sorta di camino e infornate il tutto a 180°, forno preriscaldato, per 45-50 minuti circa. (Il bonet è cotto quando infilandoci il coltello uscirà "pulito").

NB! L’acqua del bagnomaria deve sobbolire, ma non deve mai bollire, poiché si rischierebbe di ottenere un bonet troppo sodo e pieno di bolle d’aria, invece di un dolce morbido e liscio!
Nel caso, abbassate leggermente la temperatura.

Togliete dal forno il dolce, lasciatelo giusto intiepidire leggermente, quindi fatelo raffreddare in frigorifero per 5 ore circa.

Estraete lo stampo dal frigo, scaldate leggermente il fondo e i lati dello stampo su una fiamma per qualche secondo, passate attorno al bonet la lama di un coltello per far sì che si stacchi bene, quindi capovolgete lo stampo su un piatto da portata.

Servite e gustate freddo.
Alessandra

lunedì 29 agosto 2011

PESCHE RIPIENE


Eccomi qui per riprendere da dove ci eravamo lasciati!
Avete sentito la nostra mancanza, oppure è stato meglio così, così non siete stati tentati dalle nostre leccornie?
Abbiamo ancora poco tempo prima che le pesche spariscano dalla circolazione, quindi oggi proporrò in loro onore un sublime dessert: Pesche ripiene!
Questa ricetta al cucchiaio è tipica del Piemonte, è velocissima da fare e si può gustare sia tiepida, che fredda.
Ecco gli ingredienti che ci occorrono avere per poterla realizzare:

INGREDIENTI per 4 persone:
  • 5 pesche gialle
  • 2 tuorli
  • 50 gr zucchero
  • 30 gr cacao
  • 4 amaretti
  • burro per imburrare la teglia

Lavate 4 pesche, asciugatele bene, tagliatele in due (senza sbucciarle!) e prelevatene i noccioli.

Togliete un pochino di polpa dal centro delle quattro pesche e mettetela in una ciotola.

Lavate la quinta pesca, spelatela, toglietele il nocciolo e aggiungetela alla polpa che avevate messo da parte precedentemente.

Schiacciate, con l'aiuto di una forchetta, la polpa delle pesche, fino a farla diventare una sorta di purea.

Unite gli amaretti precedentemente tritati, lo zucchero, il cacao, i tuorli d'uovo e amalgamate.

Imburrate abbondantemente una piccola teglia o una pirofila in pyrex e adagiatevi le quattro pesche disposte con l'incavo verso l'alto.

Con il composto ottenuto farcite le pesche.
(Per questa operazione aiutatevi con due cucchiai o con un porzionatore per gelato).

Se proprio volete esagerare e non volete farvi mancare niente, disponete in cima alle cupolette un fiocchetto di burro per ognuna.
Vi assicuro, saranno ancora più golose!

Infornate il tutto e cuocete in forno preriscaldato a 160° per un'ora.


Alessandra

lunedì 1 agosto 2011

CRUMBLE AI FRUTTI DI BOSCO

Questo sarà l'ultimo post prima di partire per farmi coccolare da queste tanto attese vacanze.
Vi propongo una versione più estiva e veloce della classica crostata che d'inverno addolcisce i nostri risvegli: dei bicchierini ricoperti da briciole di pasta frolla, al cui interno è contenuta frutta freschissima che, cotta in forno, diventerà marmellata.
Crumble ai frutti di bosco.. un binomio intramontabile per cui non c'è stagione che tenga!!!!

INGREDIENTI:
  • 750 gr frutti di bosco (fragole, mirtilli, more, lamponi)
  • 200 gr farina autolievitante
  • 150 gr zucchero
  • 100 gr burro a temp. ambiente
Preriscaldate il forno a 180°C.

Pulite bene la frutta e tagliatela a cubetti più o meno tutti della stessa dimensione.

Mescolatela con 50 gr zucchero e distribuitela in 6-8 ciotoline imburrate, adatte ad essere messe in forno.

In una ciotola, mescolate la farina con il burro fino a formare delle briciole abbastanza grosse.

Unite quindi 100 gr di zucchero incorporandolo alla base di farina e burro nel seguente modo:
prendete la pasta fra le mani e sfregatele fra di loro, in modo da sbriciolare ulteriormente il composto.

Cospargete i bicchierini di frutta con queste briciole ed infornate il tutto per 30-40 minuti, finchè la crosticina risulterà leggermente dorata.

Una volta pronti potrete servirli sia caldi, che freddi con del gelato o della crema chantilly a parte.


Con questo post, vi auguro di trascorrere delle splendide vacanze!

Giulia

venerdì 29 luglio 2011

THE PERFECT CHEESECAKE

Il titolo di questa ricetta pecca un po' di presunzione??
Ovviamente questa cheesecake è perfetta per me!
Prima di tutto è una cheesecake cotta in forno. Quelle che non hanno bisogno di cottura, ma che si rassodano in frigo non mi fanno impazzire.. colpa della consistenza! La mia cheesecake è liscia e compatta!
Seconda cosa non è acida, ma nemmeno stucchevole. E' un connubio perfetto!
Terza e ultima cosa: non abbiate paura delle uova! Non vi troverete un cheesecake giallo e dal sapore dubbio, ve lo prometto!

INGREDIENTI per 16 persone:
  • 640 gr philadelphia
  • 320 gr zucchero a velo vanigliato
  • 5 uova
  • 150 gr panna fresca
  • vaniglia o estratto naturale di vaniglia
  • 250 gr biscotti secchi
  • 130 gr burro
  • cannella in polvere
  • marmellata
Per prima cosa accendete il forno a 180°, modalità statica.

Sciogliete il burro tagliato a pezzetti in un pentolino o in microonde, tritate i biscotti, uniteli al burro, aggiungete un pizzico di cannella e create un impasto omogeneo.

Ricoprite una tortiera di 26 cm di diametro con cerchio apribile con della carta da forno. Se doveste fare fatica, bagnate la carta con un po' d'acqua, strizzatela e provate a rifoderare la tortiera.. sarà molto più facile ora!

Versate il composto ottenuto nella tortiera, pressatelo e livellatelo bene per creare il fondo della torta.
Mettete la tortiera in frigo ed estraetela solo quando sarà pronta la crema.

Mettete il philadelphia in una terrina capace, aggiungete la vaniglia, lo zucchero a velo vanigliato e mescolate fino a quando otterrete un impasto liscio e morbido.
Mi raccomando, non mescolate troppo e non utilizzate le fruste! Non bisogna far incorporare troppa aria al composto, altrimenti durante la cottura si formeranno degli antiestetici forellini all'interno della torta.

Aggiungete quindi una ad una le uova, mescolando ogni volta con un cucchiaio per amalgamarle all'impasto.

Come ultima cosa versate la panna fresca (NON montata, mi raccomando!) , mescolate ancora una volta il tutto, quindi trasferite la crema ottenuta nella tortiera che avrete tolto dal frigorifero.

Infornate a 180° per 30 minuti, quindi abbassate la temperatura a 160° e fate cuocere per altri 30-40 minuti.

Vi ricordo che non è importante che la torta sia solida una volta finita la cottura. Non vi spaventate, si rapprenderà durante il raffreddamento!
Quel che è importante è che la superficie del dolce sia bella dorata!
Lasciate raffreddare la torta nel forno chiuso, quindi trasferitela in frigo dove dovrà stare altre 4 ore circa.

Prima di servire, versate in una tazza 3 cucchiai di marmellata e un cucchiaio di acqua, mescolate bene, quindi spalmate il tutto sulla superficie della torta.
Mi raccomando non abusatene, ma stendetene un velo leggero, altrimenti la torta sì che potrebbe risultare per alcuni palati stucchevole!

Con questo post vi salutiamo e vi auguriamo una splendida estate!


Alessandra

giovedì 21 luglio 2011

MIXED BERRY MUFFINS

Muffins alla vaniglia, ricolmi di frutta, ottimi per la merenda o per una sana colazione!


INGREDIENTI per 18 muffin:
  • 320 gr farina 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 uova intere
  • 250 ml latte
  • 110 gr burro fuso tiepido
  • 220 gr zucchero
  • 170-200 gr frutti di bosco lavati e asciugati
  • estratto naturale di vaniglia o vanillina a piacere

NB! Se utilizzate i frutti di bosco surgelati non fateli scongelare; utilizzateli subito!
Altrimenti l'impasto si colorerà e non sarà per niente quel che vorremmo ottenere.

Bene, detto questo iniziamo!
Prima cosa importantissima da fare: preriscaldare il forno a 180° in modalità statica!

In un recipiente unite la farina (precedentemente setacciata) allo zucchero e mescolate velocemente per far sì che i due ingredienti si miscelino per bene.

Unite quindi la vaniglia o la vanillina, le uova sbattute assieme al latte e, per ultimo, il burro fuso (tiepido).

Mescolate velocemente con un cucchiaio fino a quando gli ingredienti risultino amalgamati fra loro.
Aggiungete quindi i mirtilli all'impasto e mescolate piano, con cura, per incorporarli.

E' importante, per la riuscita della consistenza dei muffins, che il composto non sia perfettamente liscio, ma al contrario deve presentare alcuni piccoli grumi!

Aiutandosi con due cucchiai o con un porzionatore per gelato, distribuite l'impasto o negli stampini in silicone per muffins, appoggiati precedentemente su una teglia per facilitare l'infornatura, oppure in pirottini di carta inseriti in una teglia per muffins, riempiendoli per 3/4 circa.

Cuocete per 30 minuti, quindi fate la prova stuzzicadente. Se esso risulterà asciutto, saranno cotti e si potranno sformare su una gratella.


Alessandra

martedì 12 luglio 2011

ROTOLO ALLA MARMELLATA

Non mi son mica dimenticata di voi.. E' che con questo caldo un tuffo al mare ci voleva!
Bene, eccomi qui per spiegarvi come realizzare un golosissimo rotolo alla marmellata! (Ovviamente io utilizzo la marmellata, ma potrete sempre sostituirla con della crema al cioccolato, alla gianduia..)
Pronti, partenza, via!

INGREDIENTI:
  • 5 tuorli
  • 4 albumi
  • 120 gr zucchero tritato finemente
  • 100 gr farina 00
  • marmellata
  • zucchero a velo

NB!Per questa preparazione le uova devono essere a temperatura ambiente!

In una terrina montate i tuorli con 50 g di zucchero, fino a renderli chiari e spumosi.

Montate a neve ben ferma, con l'aiuto delle fruste elettriche, gli albumi con lo zucchero restante.

Per incorporare il composto di tuorli e zucchero agli albumi senza smontarli, è necessario seguire un piccolo procedimento:
Mescolate prima 1/3 del composto di tuorli e zucchero agli albumi, mescolando  con una spatola, con un movimento dal basso verso l’alto, per far sì che il tutto si "alleggerisca" senza smontarsi; quindi aggiungetevi la rimanente parte, sempre mescolando molto delicatamente.

Versate la farina setacciata e incorporatela al  composto nello stesso modo.

Rivestite una teglia della grandezza di circa 35 x 40 cm con un foglio di carta forno, magari bagnandolo e strizzandolo precedentemente, in modo da rendere più facile la procedura di rivestimento.

Aiutandovi con una spatola, stendete sulla teglia il composto a un’altezza non superiore a 4-5 mm. Infornate in forno preriscaldato a una temperatura di 220-230 °C e fate cuocere per 5 minuti circa.
Estraete la pasta biscotto dal forno, prendete un canovaccio da cucina e inumiditelo leggermente con dell'acqua. Rovesciatevi sopra la pasta biscuit, in modo che la parte attaccata alla carta rimanga a voi visibile.

Staccate quindi la carta forno dalla pasta biscotto.
(Se questa operazione risultasse difficile, spennellate la carta con dell’acqua fredda e cercate di toglierla lentamente, tenendo con una mano la pasta che man mano scoprite).

Spalmate sulla superficie la marmellata, lasciando la cornice esterna (larga un paio di cm) senza marmellata.

Arrotolate la pasta su se stessa, come appunto a formare un ,e lasciatelo raffreddare avvolto dal canovaccio.

Una volta raffreddato, pareggiate gli estremi del rotolo tagliandoli con un coltello, spolverate la superficie con dello zucchero a velo  e servite.


Alessandra

giovedì 30 giugno 2011

PASTA BISCUIT (PASTA PER ROTOLI)

NB! QUELLA CHE SEGUE E' UNA RICETTA  DI BASE.

La pasta biscotto, o pasta biscuit come dir si voglia, è un tipo di impasto ideale per creare torte arrotolate -rotoli alla marmellata, alla crema di cioccolato.. -, o anche per dolci che hanno bisogno di essere imbevuti di bagna alcolica.
Questo è dovuto a un piccolo accorgimento durante la lavorazione!
Le paste realizzate con albumi e tuorli montati separatamente hanno una consistenza più elastica e quindi sono più flessibili e maneggevoli!
INGREDIENTI:
  • 5 tuorli
  • 4 albumi
  • 120 gr zucchero tritato finemente
  • 100 gr farina 00
NB!Per questa preparazione le uova devono essere a temperatura ambiente!

In una terrina montate i tuorli con 50 g di zucchero, fino a renderli chiari e spumosi.

Montate a neve ben ferma, con l'aiuto delle fruste elettriche, gli albumi con lo zucchero restante.

Per incorporare il composto di tuorli e zucchero agli albumi senza smontarli, è necessario seguire un piccolo procedimento:
Mescolate prima 1/3 del composto di tuorli e zucchero agli albumi, mescolando  con una spatola, con un movimento dal basso verso l’alto, per far sì che il tutto si "alleggerisca" senza smontarsi; quindi aggiungetevi la rimanente parte, sempre mescolando molto delicatamente.

Versate la farina setacciata e incorporatela al  composto nello stesso modo.

Rivestite una teglia della grandezza di circa 35 x 40 cm con un foglio di carta forno, magari bagnandolo e strizzandolo precedentemente, in modo da rendere più facile la procedura di rivestimento.

Aiutandovi con una spatola, stendete sulla teglia il composto a un’altezza non superiore a 4-5 mm. Infornate in forno preriscaldato a una temperatura di 220-230 °C e fate cuocere per 5 minuti circa.
Estraete quindi la pasta biscotto dal forno e sformatela.

Questa è semplicemente la descrizione della base principale, per la ricetta del rotolo alla marmellata dovrete aspettare il prossimo post.. A bientôt!

Alessandra

mercoledì 29 giugno 2011

BAVARESE DI ALBICOCCHE


Un dolce fresco e goloso con queste belle signorine?? Bavarese alle albicocche!

INGREDIENTI PER 6 PERSONE:
  • 200 gr acqua
  • 100 gr zucchero
  • 10 gr colla di pesce
  • 250 gr polpa di albicocche
  • 200 gr panna montata
  • 1 limone
  • a piacere, albicocche per la decorazione
Mette a bagno la colla di pesce in acqua fredda.

Nel frattempo portate ad ebollizione in un pentolino l'acqua assieme allo zucchero e alla scorza grattugiata di mezzo limone.

Trascorsi un paio di minuti da quando inizia a bollire, spegnete il fuoco, strizzate la gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda e fatela sciogliere nello sciroppo caldo, mescolando con un cucchiaio. Lasciate intiepidire il tutto.

Frullate la polpa delle albicocche assieme al succo di mezzo limone e unite il tutto alla gelatina.

Montate quindi la panna fresca e incorporatela al composto mescolando piano, dal basso verso l'alto per non farla smontare.

Versate il tutto in uno stampo unico, o in stampini mono porzione, e lasciatela riposare in frigorifero per almeno 7-8 ore.

Per sformarla più facilmente, vi ricordo il solito trucco!
Passate lo stampo sul vapore di una pentola in ebollizione o immergetelo per qualche secondo in acqua calda.
In questo modo il dolce si staccherà più facilmente!
Se siete dei perfezionisti date il via alla fantasia per decorare le bavaresi! Qualche albicocca tagliata in modo particolare, magari disposta a ventaglio et voilà, il gioco è fatto!
In pochi secondi una bavarese très chic pronta da offrire agli ospiti!

Alessandra

martedì 14 giugno 2011

TORTA ROVESCIATA ALL'ANANAS

Chiamata anche pineapple upside down cake, questa torta è davvero semplice da preparare, di grande effetto scenografico e vi è la possibilità di farla in qualsiasi stagione.. è imperativo provarla!
Una variante, se non vi piace l'ananas!
Provate a sostituire le fette di ananas con altra frutta: mele, pesche o albicocche..
Mi raccomando però, non frutti troppo molli o "acquosi"e non troppo maturi! Se no bagneranno la torta e sarà un bel guaio!

INGREDIENTI:
  • 10 fette di ananas
  • 280 gr farina 00
  • 140 gr burro a pomata
  • 210 gr zucchero di canna
  • 3 uova intere
  • 70 gr latte intero
  • 70 gr sciroppo di ananas
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • Un pizzico di sale
Foderate uno stampo a cerniera di 26cm con della carta forno e procedete come se doveste imburrare e infarinare la teglia, ma, invece di infarinarla, spolverizzatevi sopra dello zucchero di canna tritato finemente.

Disponete quindi sul fondo 7 fette di ananas scolate e ben asciugate.

Montate il burro morbido con lo zucchero, unitevi le uova, uno alla volta, il pizzico di sale, lo sciroppo dell'ananas, il latte intero, la farina setacciata con il lievito e mescolate bene, fino ad ottenere un composto omogeneo e privo di grumi.

A parte, tagliate a tocchetti tre fette di ananas e aggiungetele all’impasto. Mescolate ulteriormente e versate il tutto nello stampo preparato.

Livellate bene la superficie e infornate a forno preriscaldato, statico, a 180° per 60 minuti circa.
NB! Se la torta si dovesse scurire troppo, copritela durante la cottura con un foglio di alluminio.


Quando avrete sfornato la torta, lasciatela riposare per 15 minuti, quindi rovesciatela su un piatto da portata e togliete la carta forno.

Ditemi.. non è forse invitantissima?!
Il merito della foto va a Lucrezia! ^_^


Alessandra

mercoledì 1 giugno 2011

GATEAU DI RICOTTA E CIOCCOLATO

Un dolce velocissimo e semplice da preparare per gli amanti della ricotta!

INGREDIENTI:
  • 500 gr ricotta fresca di pecora
  • 4 uova
  • 160 gr zucchero semolato
  • 150 gr di cioccolato fondente tagliato a scaglie o gocce di cioccolato

Montate le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.

Con un setaccio, o un colino a maglie strette, setacciate bene la ricotta (anche per un paio di volte!) per renderla cremosa e priva di grumi.

Unitela alla montata di uova e zucchero, amalgamando bene dal basso verso l'alto, per ottenere un composto omogeneo e spumoso.

Aggiungete il cioccolato precedentemente tritato (o le pepite di cioccolato) e mescolate un'ultima volta.

Utilizzate una tortiera di 24 cm di diametro foderata precedentemente con carta da forno e versatevi all'interno l'impasto.

Cuocete a forno preriscaldato, statico, a 170° per 40 minuti circa, o comunque fino a quando il centro della torta appaia bello compatto e rappreso.

Alessandra

sabato 28 maggio 2011

LINGUE DI GATTO

Come promesso nel post dedicato al CAFFE' FREDDO SHAKERATO ecco qui la ricetta per delle squisitissime lingue di gatto!
Il nome, come potrete notare, deriva proprio dalla forma di questi biscotti: allungata e stretta come quella degli amati felini!
Questi biscottini sono adattissimi per accompagnare creme, zabaioni, mousse, gelati e naturalmente tazze fumanti di tè.
Nella mia ricetta aggiungo una piccolissima grattata di scorza d'arancia o di limone perchè mi piace sentire un retrogusto fresco e agrumato in questo tipo di biscotti, ma siete liberi di ometterla se non vi va.

INGREDIENTI PER 25 BISCOTTI CIRCA:
  • 50 gr farina 00
  • 50 gr burro morbido "a pomata"
  • 40 gr zucchero a velo vanigliato
  • 2 albumi
  • scorza di limone o arancia
  • pizzico di sale
     Due accorgimenti prima di iniziare:
    • Lasciate ammorbidire il burro fuori dal frigo, fino a quando diventerà morbido quasi come una pomata; da qui il termine "burro a pomata".
    • Estraete le due uova dal frigo almeno un'oretta prima di iniziare la ricetta. E' importante che gli albumi siano a temperatura ambiente.
      Procedimento:

      Unite il burro morbido allo zucchero e, amalgamando bene, aggiungete la farina setacciata, il pizzico di sale, la grattatina di scorza di limone o d'arancia e gli albumi NON montati e a temperatura ambiente.

      Mescolate bene fino a che l'impasto risulti omogeneo e privo di grumi, quindi rivestite la teglia con della carta forno e, aiutandovi con un cucchiaio, stendete uno strato sottile di impasto della lughezza di circa 5 cm e della larghezza di un paio di centimetri.
      Questa è la forma che do solitamente ai miei biscotti, ma niente vi vieta di farli rotondi, oppure stretti stretti e lunghi, o ancora quadrati..date il via alla fantasia!
      Ricordatevi solo di lasciare un paio di cm tra una lingua di gatto e l'altra, in modo che durante la cottura non si attacchino fra loro.

      Cottura in forno statico, preriscaldato a 200° per 6-7 minuti circa, o fino a quando i bordi dei biscotti non risulteranno belli dorati.

      Una volta pronte, estraete la teglia dal forno e, con l'aiuto di una spatola, staccate le lingue di gatto.

      Lasciatele freddare, quindi adagiatele su un piatto da portata e servite.



      Alessandra

      giovedì 26 maggio 2011

      CAFFE' FREDDO SHAKERATO


      Con il caldo afoso che inizia a perseguitarci la voglia di bere qualcosa di caldo è praticamente pari a zero.. ma dopo un bel pranzo, una cena, oppure nel bel mezzo del pomeriggio, il caffè sarebbe davvero la cosiddetta ciliegina sulla torta! E' davvero destinato ad essere abolito??
      NO, lo si rivisita in una veste più estiva!!

      INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
      • 4 tazzine di caffè
      • 3 cucchiaini di zucchero
      • 3 cucchiai di sciroppo alla vaniglia
      • 8 cubetti di ghiaccio
      Preparate i caffè, versateli in uno shaker o in un frullatore insieme allo zucchero, allo sciroppo alla vaniglia e, ovviamente, al ghiaccio.

      Shakerate o frullate per 30 secondi et voilà, il gioco è fatto..un super caffè freddo cremoso in arrivo per voi!

      Se voleste presentarlo come chiusura a fine pasto, potreste sempre presentarlo guarnendolo con una spolverata di cacao e servendolo con delle lingue di gatto, la cui ricetta prometto di metterla nel prossimo post!

      Buon caffè freddo a tutti!!


      Alessandra

      sabato 14 maggio 2011

      PLUMCAKE AI MIRTILLI

      Utilizzato per la prima colazione, per la merenda, accompagnato da una tazza di tè; il plumcake è un dolce tipico anglosassone  davvero, davvero goloso!
      Le varianti rispetto al classico plumcake al limone sono tantissime... oggi vi propongo quella ai mirtilli!

      INGREDIENTI:
      • 2 cestini di mirtilli
      • 100 gr di burro ammorbidito
      • 1 uovo
      • 1 tuorlo
      • 110 gr di zucchero semolato
      • 120 gr di farina 00
      • 1/2 bustina di lievito vanigliato
      • 0,25 dl di brandy (equivalenti a 25 ml, pari circa a 25 gr)
      • 1 cucchiaio di latte
      • Pizzico di sale
      • burro e farina per lo stampo
      Mondate, lavate e sgocciolate i mirtilli.

      In una ciotola lavorate il burro con lo zucchero e le uova fino a ottenere un composto omogeneo.

      Aggiungete la farina setacciata con il lievito, una presa di sale e continuate a lavorare l’impasto per alcuni minuti. 

      Unite infine il brandy e il latte tiepido, impastate ancora per qualche minuto, quindi incorporate delicatamente i mirtilli precedentemente infarinati con un cucchiaio di legno.
      NB! Se non avete del brandy in casa, potete sostituirlo con del calvados o del cognac..la quantità è minima, non vi accorgerete nemmeno di averlo utilizzato.. se però volete evitare di aggiungere del liquore nel dolce, allora sostituitelo con la stessa quantità, ma di latte.

      Versate l’impasto in uno stampo da plum-cake imburrato e infarinato e fate cuocere in forno già caldo a 180 °C per 45 minuti circa.
      NB! Potete anche rivestire lo stampo con della carta da forno, oppure usare i praticissimi stampi in silicone! Fate attenzione però a quando li riempite.. essendo molli è facile che nel trasportare lo stampo nel forno si rovesci tutto! Il consiglio che vi do è quello di estrarre la teglia dal forno, poggiarvi sopra lo stampo e quindi riempirlo.

      Sfornate e lasciate raffreddare il dolce, quindi sformatelo.


      Alessandra